Questo tempo fuori dall'ordinario ha straordinariamente cambiato lo stile di vita di noi adulti, piccini e animali domestici. L'improvviso "strappo sulla tela" e il ritiro nelle nostre tane un pó "controcorrente" (visto che la primavera alle porte ci vedeva giá con la zampetta nel campo...) ha sortito l'effetto di una nevicata tardiva: le nostre gemme invece che sbocciare si sono… congelate! Ma cosí come Madre Natura dona resilienza ad alberi e animali per fronteggiare anche la nevicata tardiva, se l'essere umano preserva connessione e fiducia nelle virtú che ella ha riposto attorno e dentro noi, può fronteggiare l'emergenza in tutte le sue fasi… e sará un gioco da ragazzi!

In questo periodo i nostri erboristi e naturopati hanno ricevuto un gran numero di telefonate, molte più del solito. Abbiamo pensato di identificare le domande in merito alle problematiche che emergono con più frequenza di questi tempi, per provare a offrirvi delle risposte che, auspichiamo, possano tornarvi utili, anche solo per mettervi in ascolto dei segnali che il vostro copro vi sta dando o che vi darà. Perché un corpo sano reagisce alle situazioni contingenti e somatizza. Ascoltarne i segnali è l'unico modo per ritrovare equilibrio.

L'allergia scalpita? Respiriamo con fiducia

Sembra che quest'anno le allergie siano davvero perniciose. Che ci siano più pollini? Non credo proprio, semplicemente l’aria è stata percepita irrespirabile o contagiata, oppure più stantia, non potendo uscire, e questo potrebbe aver amplificato la nostra reazione allergica. Conoscete già tutti i nostri cavalli di battaglia come Aller e olio di Nigella-rosa, ma non disdegnerei neppure lo Spirito del Tiglio perché abbiamo tutti bisogno di fare pace con ciò che è accaduto, oppure con l’aria che ci è apparsa più pericolosa del solito. Impariamo però anche anche essere propositivi, quindi respiriamo a pieni polmoni e con atteggiamento fiducioso, ottimista e rilassato quella che potrebbe essere a tutti gli effetti l’aria meno inquinata degli ultimi anni.

Diversamente, se in queste circostanze ci siamo sentiti intrappolati, senza scampo, senza aria anche lo Spirito del Faggio potrebbe donarci un respiro più puro e una percezione diversa della situazione contingente, senza sottovalutare nulla ma semplicemente con un'ampiezza diversa che porta anche a sensazioni diverse come quella di poter stare bene nonostante la situazione. Lo starnutire è un tentativo di eliminare qualcosa di percepito come ostile, attivando una risposta immunitaria nel caso dell’allergia.

Accogliamo le impressioni e le sensazioni senza giudicarle negativamente, perché spesso è quel rigido giudizio che attiva il sistema immunitario. Sentiamo di dover reagire e fare qualcosa? Allora traduciamo in azioni positive e propositive il nostro operare senza perdere la nostra calma interiore, magari immedesimandoci con la fermezza e la pace interiore di Gandhi piuttosto che impazzire, sbottare ed infastidirci per tutto. Anche gli oli essenziali possono essere utili per portarci ad uno stato interiore più equilibrato e “meno allergico”: ci possiamo porre con meno tensione verso l’esterno con gli agrumi più dolci (arancio, Petit Grain) o possiamo attenuare la tensione con Lavanda, oppure rafforzare ed aumentare l’energia delle alte vie respiratorie (con menta, ecalipto, limone).

L'insonnia ci tormenta? Metti a dormire la paura del futuro

E mentre qualcuno reagisce con le allergie, altri non riescono a reagire e subiscono l’ansia e la preoccupazione senza interruzione, senza riposo, senza conclusione finendo in una condizione che non permette di rigenerarsi. Ciò si ripercuote sul sonno è non sarà così facile intervenire, perché se sono una persona ansiosa ogni tanto posso anche farmene una ragione, ma se veramente non ho possibilità di fruire liberamente di me stesso, di tornare alla mia routine, oppure percepisco costantemente questo pericolo fuori dalla mia porta che si nasconde potenzialmente in ogni persona, nell’aria alla fine mi sento in trappola. Come posso superare il disagio quando ogni cosa mi ricorda costantemente questo?

Pochi hanno tenuto conto purtroppo che le limitazioni e l’esagerata paura generata a livello mediatico avrebbero generato altre problematiche di salute. Aprire per qualcuno è cinismo ma è cinismo anche non considerare e trascurare le depressioni e tutte le manifestazioni psicosomatiche verificatesi in questo periodo, senza tralasciare che a volte la malattia giunge a scopo risolutivo dopo un conflitto, quindi più questo si protrae più la risoluzione può essere intensa e difficile da gestire. Come affrontiamo questa insonnia da stress e ansia?


Possiamo allora considerare una miscela personalizzata di rimedi floreali che mirino ad affrontare la paura ed i presagi, fermando i pensieri rimuginativi e facendoci percepire maggiore serenità: Rock Rose, Aspen, Gentian, White Chestnut, Willow, Star of Bethlehem. Possiamo anche associare la miscela Futura o optare per questa se più che la paura ci consuma il pessimismo sul futuro. Un suggerimento ulteriore è quello di spegnere la televisione perché, che sia giusto o meno, ci tiene sintonizzati su una frequenza che non può permettere un riposo sereno. Siate responsabili ma non persuasi dalla paura, perché essa consuma piano piano la vitalità, e questo vale anche per il futuro. Oltre a questi aiuti mirati si possono associare estratti specifici come l'Escolzia e il gemmoderivato di Ziziphus jujuba gemme, assumendoli con un po’ di costanza.

Abbiamo messo su peso? Riempi la fame con emozioni positive

Siamo tutti diversi: per un problema esistono mille diversi modi di reagire. Se dobbiamo smettere di dormire molto meglio l’aumento di peso! Invece di irrigidirci per la paura la esorcizziamo con il mangiare, ci distraiamo, spostiamo l’attenzione su altro. Per quanto l’inestetismo sia un problema ha margini di recupero molto più gestibili della depressione o dell’insonnia. Per chi trova nel cibo una consolazione, modulare la dieta o cercare di dimagrire significa anche voler fare i conti con se stessi e non è sempre facile, perché potrebbe portare alla luce problemi maggiori.

Se vogliamo tornare in forma dobbiamo prima capire perché abbiamo mangiato o assimilato di più, perché ci siamo impigriti. Se ci accorgiamo che mangiamo di più per compensare l’ansia e la paura chiediamoci se saremo poi in grado di affrontare queste emozioni. Potrebbero andare sempre bene le miscele per la paura o per il futuro (Floressenza Futura) che abbiamo visto poco fa, oppure occorre osservarsi e vedere quali emozioni ci spingono a mangiare di più o a immobilizzarci. Se agiamo prima su queste cause, poi potremo anche facilitare il metabolismo con la miscela Peso (se abbiamo fame nervosa), Diuresi (se accumuliamo liquidi), Cellu (drenare in presenza di cellulite), il gemmoderivato di Malus domestica (depurarsi e dimagrire specie quando si ha la sensazione di essere inadeguati e abbruttiti). 

Da abbinare a preparati specifici per il metabolismo e la ritenzione possiamo scegliere lo Spirito del Cipresso, che prima di tutto ci riporta in centratura, necessaria per ridestarsi almeno interiormente da questa brutta faccenda globale e aiuta a trovare un focus in noi stessi e per noi stessi riemergendo dalla stasi, ritrovando così anche la volontà di trattarci bene e superare quel caos interiore che si sfoga con il cibo e con la pigrizia.

La pelle si ribella? Facciamola esprimere

La pelle è il primo organo di contatto con il mondo esteriore e ha una sensibilità straordinaria che riesce a percepire anche messaggi sottili. Non a caso si dice “sentire a pelle”. Sentiamo a livello energetico quello che ci arriva da fuori, da altre persone e in generale dall'ambiente. In un periodo di diffuse paure e fobie le persone molto sensibili soffrono di questo bombardamento mediatico che può portare a svariati disturbi. In questo caso è importante imparare a difendere la propria pelle dalle ingerenze di energie disarmoniche che tendono a tirarci giù. In questo caso possiamo chiedere aiuto allo Spirito del Noce, che rinforza in noi la capacità di respingere ingerenze non desiderate. Anche il gemmoderivato del Noce, Juglans regia, è un ottimo rimedio per sostenere la pelle nel ritrovare un equilibrio che ci permetta di essere aperti verso il mondo esterno senza farci condizionare.

Come organo di comunicazione la pelle invia anche delle informazioni. Non solo con il suo odore, ma anche con il colore e altre manifestazioni. In questo periodo in cui siamo agli arresti domiciliari abbiamo poche possibilità di esprimere l'impulso di rinnovamento che porta la primavera; ci resta solo un rinnovamento interiore che non tutte le persone sono pronte di affrontare. Così succede che sentiamo il bisogno di rinnovamento senza poterlo mettere in atto e non riusciamo più “a stare nella pelle”. In questi casi può aiutare lo Spirito della Betulla, che ci permette di danzare il rinnovamento nella fluidità, esprimendola con il proprio corpo, che così cambia pelle. Oppure, per assecondare il bisogno di un rinnovamento spirituale, possiamo affidarci allo Spirito dell'Ippocastano che ci apre al nostro risveglio, a sentire protezione e benevolenza.

Lo stomaco fa capricci? Manda giù quei pensieri negativi

Negli ultimi mesi di preoccupazione collettiva, reale o virtuale che sia, abbiamo sentito di tutto e il contrario di tutto. Ogni politico o esperto, o presunto tale, dava la sua versione sulla sicurezza sanitaria che spesso, nel giro di poco, veniva smentita dai fatti. Questo ha portato, oltre ad aumentare la paura del “nemico” invisibile, anche a un forte senso di insicurezza. Inoltre ha contribuito a dividere le persone, a metterci uno contro l'altro, a non fidarci. Invece la fiducia è essenziale, non solo per i rapporti sociali, ma anche per la salute. Non fidarsi degli altri crea forti tensioni che possono portare a disturbi psichici e anche fisici.

Ora è venuto il momento di digerire le emozioni negative prima che causino problemi di stomaco, se non l'hanno già fatto. Lo Spirito del Noce ci aiuta prendere contatto con le emozioni e gli istinti profondi, per trasformarli in forza e lucidità. Se non siamo riusciti a mandare giù gli eventi che hanno sconvolto la nostra vita siamo a rischio reflusso, che è il sintomo che esprime più di qualunque altro il non essere riusciti a mandare giù qualcosa. Torna sempre su e va elaborato. Allora potrebbe essere utile lo Spirito della Quercia, che ci porta a farci ispirare da principi più alti e a far calare il peso in testa e a concretizzare i propositi della nostra vita.

Ansia attacchi di panico e sbalzi emotivi? Accogli le emozioni senza giudizio

Per i cuccioli della famiglia, umani e animali, adolescenti, bambini avere oggi al proprio fianco genitori fiduciosi, resilienti e positivi sará la prima grande e vera risorsa. Per i nostri figli e i nostri animali noi adulti siamo fari nella nebbia: loro ci osservano, ci sentono, ci vedono, anche dentro. La nostra fiducia, coerenza e autenticitá sono il piú grande sostegno che possiamo donare al loro cuore. Accogliere autenticamente e senza giudizio tutta la paura, la rabbia, l'ansia, l'incredulitá o lo sconforto che questo periodo di crisi ha fatto emergere in noi aiuterá anche a loro a fare lo stesso. Senza scappare o nascondersi, ma uscendo allo scoperto nella preziosa intimitá delle nostre tane dove il giudizio o la maschera non sará mai di casa, perché bambini e animali sentono il non detto e vedono oltre l'apparenza, ma soprattutto ci amano cosi come siamo. In tempi di crisi ritorna fulgida la veritá del seminare ció che manca nel nostro giardino (reale o interiore che sia), tessere vicino a noi relazioni di pace, trasparenti, vere, confortevoli ed evolutive, non giudicanti ma piú ricche in dialogo e collaborazione. Ecco la prima risorsa... ecco la vera emergenza. Ed ecco alcuni suggerimenti per poterlo fare al meglio.

Disordini emotivi in famiglia? L'unione fa la forza

Condividere fianco a fianco tutti insieme lo spazio comune significa anche quindi vedersi piú da vicino: luci e ombre. Accogliere le proprie e le altrui emozioni con amore e comprensione smorzerà in tempi brevi non solo probabili sintomi tipici dell'accumulo di stress e adrenalina (come dermatiti, fame nervosa, ansia, insonnia) ma anche ogni tensione nel gruppo, contribuendo a ricreare un team eccellente e armonioso, ridistribuendo ruoli e mansioni, collaborando e rispettandosi reciprocamente.
In tempi di crisi ed emergenza abbiamo visto quanto davvero “l'unione fa la forza”. Per essere un branco piú affiatato e resiliente possibile, esistono davvero tanti preparati, a seconda della propria individualitá, ma é bene avere a portata di mano anche un piccolo presidio generale adatto a tutti: adulti, bambini e animali. Questo kit, che chiameremo, del “branco resiliente”, è composto da:

Questi preparati possono creare un gruppo davvero insuperabile in termini di amore, comprensione, nervi saldi e collaborazione!

Animali domestici in difficoltà? Diamo il buon esempio

Molti animali, specie i cani molto attivi, si sono ritrovati alle prese con meno attivitá fisica e socializzazione… ma anche con un branco umano un pó su di giri e con emozioni non sempre facili da elaborare. In questi casi possono comparire comportamenti tipici dell'animale che vive una situazione "infelice" cioé che produce in lui un'emozione negativa da cui cerca di uscire come meglio può. Leccare, masticare e succhiare, ad esempio, sono attività che liberano ormoni autogratificanti e tranquillizzanti, le endorfine, e il cane ricorre a questi meccanismi per trovare sollievo, anche se momentaneo, perché da qui all'autolesionismo e alle stereotipie (disturbi compulsivi) il passo è breve.

Oltre ai rimedi per un branco resiliente è utile anche la Floressenza Serenitas, sia per voi che per i vostri animali; conferirá un clima di maggior equilibrio emotivo, aiutando tutti ad allentare le tensioni accumulate nel corpo nei periodi di nervosismo, agitazione e stress. Consiglio di esplorare il grande regno dei giochi di attivazione mentale fai da te: oltre che ad aumentare self control e autostima nell'animale, creeranno momenti di ricreazione divertenti il nostro cane avrà la sensazione di essere in un branco armonioso e coeso. Il motto di ogni cane è "la forza del lupo è nel branco e la forza del branco è nel lupo"... uno per tutti e tutti per uno!

Pessimismo e sconforto? Riportiamo la luce

Lo scenario attuale può aver fatto affiorare anche emozioni tipiche dei momenti bui: tristezza, demotivazione, paura e profondo sconforto spirituale, uniti al timore di ammalarsi o di non guarire piú. In questi casi la Floressenza Luce ci riconnette alla nostra coscienza luminosa restituendoci la gioia di vivere.

Papà nervosi? Per loro un'infusione di forza

Il ruolo di padre può farci accumulare piú tensione e preoccupazione dovute al sentirsi responsabili per tutta la famiglia. Ciò può portare a vivere tensioni interiori che a volte sfociano in reazioni brusche proprio verso i nostri cari, nonostante la nostra intenzione sia offrire aiuto e sostegno morale. La Floressenza Forza in questo periodo di forte impegno ti donerà concentrazione e resistenza per tradurre tutte le intenzioni del tuo cuore in fatti, ritrovando l'energia fisica e mentale per portare ogni cosa a termine senza tensione, con salda e fiduciosa presenza.

Mamme in homeworking con figli a casa? Arrivano i fiori in soccorso

La Floressenza Feminea e il fiore di Bach Chicory ti alleggeriranno il senso di sovraccarico mettendo il luce la tua innata capacità di stare al servizio, come madre e come donna. Feminea restituisce la visione circolare, morbida e dell'insieme, donandoti la virtù del femminile in equilibrio, smussando il rigore e gli spigoli del sovraccarico, riportando fertilità e accoglienza. Chicory permetterà di avanzare senza pesi sul cuore, stando nel puro e delicato amore, senza troppo pretendere o volere, innanzi tutto da te stessa: radicamento ed equilibrio

E se ci ammaliamo? Ecco come guarire in tutti i sensi

Se ci siamo ammalati e fatichiamo a guarire nel corpo la floressenza SALUS saprá riaccendere completamente la forza vitale di guarigione che la natura ripone in ognuno di noi ogni giorno, mobilitando i naturali processi di guarigione insieme alla comprensione profonda dei perché e del significato della malattia. Non trovate che sia solo una parziale consolazione guarire nel corpo se poi alla nostra anima mancano alcuni passaggi sul significato evolutivo di quello che abbiamo vissuto come individui? 

La vera guarigione è racchiusa nella completa rielaborazione dell'accaduto, nel saper fare tesoro anche delle esperienze traumatiche o difficili legate alla cosiddetta malattia. Per questo non andrebbe mai sottovalutata la doverosa parentesi della convalescenza, durante la quale, al fianco di Salus, assocerei sempre la miscela di gemmoderivati Asten, un'ottima alleata  per tutti i momenti di maggior bisogno (primavera, malattie o situazioni di maggior dispendio energetico). 

Ripartire alla grande

Le conseguenze di questo periodo non hanno tardato a farsi sentire, i nostri corpi e le nostre menti hanno somatizzato preoccupazioni, ansie, inattività, isolamento… e ora che annusiamo finalmente un barlume di ritorno alla normalità alcuni di noi si sentono bloccati, nel copro e nello spirito da paure e scoraggiamento, e devono fare i conti con delle situazioni famigliari che si sono venute creando in questo periodo. Ma niente paura, a tutto c'è rimedio! Ecco qualche consiglio per ripartire alla grande, basterà chiedersi: “cos'è che mi preoccupa per il futuro prossimo e mi imepdisce di ripartire?”

SCORAGGIAMENTO: pesantezza del nostro corpo e delle emozione custodite nel cuore.
Siamo ipersensibili a tutte le bufere che soffiano attorno a noi , alle emozione degli altri alla atmosfera di paura che contrasta con la bella stagione ed il cielo terso. Ci troviamo un po' impietriti, siamo diventati un po’ ruvidi, poco affettuosi, chiusi e incapaci di sollevarci. Troppo dolore, tristezza e avversità ci hanno appesantito il cuore. Conosco un aiuto molto adatto, il fiore di Borragine, (RF BORAGE) che ci riporta a noi stessi con forza, ripartendo dalle nostre profondità, dalla pacatezza del suo blu e dalla sua forma di stella a cinque punte possiamo ritrovare una condizione di vivacità che ci aiuta a sollevarci. Una leggerezza e una nuova gioia che nasce dal perdono, un grande incoraggiamento ad agire sulla via del nostro cuore, ancora e ancora.

BAMBINI TRISTI E APATICI: abbiamo messo in gabbia l'infanzia e questo ha conseguenze
I bambini sono portatori sani di bellezza e vita, di spontaneità e ricchezza. A loro in questa dura quarantena si è richiesto un addomesticamento fortissimo che, nonostante le logiche spiegazioni degli adulti, lascerà segni, aprirà spazio a non comprensioni. Aiutiamo per quel che è possibile l’infanzia a poter respirare, almeno un poco per sopravvivere.
Vi porto a considerare il Fiordaliso ed il suo rimedio floreale, ancora un fiore con un assoluto color blu, il fiore degli spazi aperti di campi ricchi di messi con il cielo immenso sopra. È il fiore di quando la scuola finisce e si corre liberi nei campi, un'immagine d'altri tempi... Fiordaliso con la sua frequenza ci aiuta a mantenere uno spazio di cielo aperto su cui posare il nostro sguardo durante i tempi di prigionia, soprattutto quando sentiamo la ostilità delle istituzioni che ci trattano come numeri, possibili contagianti, una massa da contenere. Il Fiordaliso ci aiuta a mantenere uno spazio di speranza e di respiro per non soffocare durante le lunghe apnee.

PAURA DI NON GUARIRE: PRIMA GUARIAMO DALLA PAURA, POI GUARIREMO DAL RESTO
Il dottor Bach conosceva bene la paura della malattia e del contagio. Egli non vedeva il contagio come qualcosa che arriva dall’esterno, ma come un'attrazione fatale che arriva da dentro e si fa cibo per le espressioni dell’ esterno, espressioni che noi in questo tempo chiamiamo virus. Quindi, sempre secondo Bach possiamo coltivarci meno appetibili e lavare dentro di noi le impudicizie e passare così indenni e liberi agli scanner di controllo di questi interessanti e perfetti virus.

Bach propone un trittico: MIMULUS, CRAB APPLE, HEATHER, da assumere tutti e tre insieme. Mimulus contatta la prima tossina di cui liberarci, la paura delle cose concrete del mondo, che si nutre di un'iperemotività che non lascia spazio al buon senso, alla pacificante visione dell'evidenza delle cose. La paura prende il sopravvento su ogni espressione, emozione, ragionamento, slancio della nostra vita e noi diventiamo la nostra paura. Scivoliamo in questo transfert perché ci dà sicurezza.

Mimulus ci fa coraggiosi e ci aiuta a interrompere questa finta identificazione con le nostre paure. Io non sono la mia paura di morire, di ammalarmi, di soffrire. La seconda tossina invalidante è un corpo intossicato veramente da veleni e pratiche che lo spengono, lo ammutoliscono e gli tolgono vitalità e forza ogni giorno, rendendolo così appetibile per i virus.

Crab apple aiuta il corpo a ristabilire il suo ordine e la sua armonia, ci aiuta ad abbandonare l'ossessione per i piccoli rituali di dettagli di pulizia esteriore come disinfettare o sanificare, spingendoci piuttosto a purificare da dentro il nostro sistema affinché esprima il miracolo che siamo, quindi scegliendo con determinazione il cibo, l'aria che respiriamo e tutte le abitudini quotidiane che ci fanno sani.

Heather rappresenta nel trittico la possibilità di trasformare una tossina sociale, un errore incistito a livello culturale rappresentato dal messaggio che l'isolamento sia l'unica via per la guarigione. Ognuno salvi la propria pelle, ognuno difenda se stesso, l'altro diventa il nemico. La parola chiave è certamente la solitudine, essere soli nell’Universo per non morire, affermare e concentrarsi ognuno sul proprio io, che, per quanto piccolo, è divento l’unica via di salvezza. Heather è un rimedio molto attuale a livello individuale e sociale. Siamo tutti caduti nelle grinfie di questa esasperazione dell’individualismo. Cosi come il fiore che ad un certo punto esce dalla sua bellina presenza e scopre di essere una umile fibra dell’universo, cosi il rimedio ci spinge a osare una visione più ampia: la salvezza si raggiunge attraverso la costruzione di un noi, noi umani, noi esseri viventi, noi pianeta Terra. “Ut unum sint”… un'eco che ancora ci arriva da voci importanti.
Allora, siamo pronti ??
Le piante come sempre sono al nostro fianco.

PAURA CHE TUTTO ORA SARA' DIVERSO? SCEGLI LA COSA GIUSTA
Ora che riparte gradualmente la vita è necessario farsi delle domande. Vogliamo veramente tornare alla vita di prima? Vogliamo continuare con le barriere che ha causato la paura? Vogliamo che sia ancora il denaro al centro della nostra vita? O preferiamo una vita che ha altri valori, come calore umano, collaborazione, sostegno e rispetto reciproco, spiritualità, ambiente sano e armonico ecc? La nostra scelta, come ogni scelta che facciamo, porterà a differenti conseguenze.

Ecco due alberi che ci possono sostenere nella scelta di un futuro che sia degno per i nostri figli e nipoti, per l'umanità e per il pianeta.
Lo Spirito dell'Abete ci fa sentire l'appartenenza a un gruppo, a un collettivo e permette di contribuire a costituire gruppo forti e coesi in cui ognuno può esprimere la propria unicità e dare il suo contributo individuale al bene di tutti. Lo Spirito del Cembro è particolarmente adatta a questa fase dell'evoluzione in cui dovremmo fare un salto quantico verso una nuova umanità, perché permette di vivere in armonia il maschile e femminile e di scoprire e manifestare il nostro vero potere, un potere illuminato, che nascerà quando riusciremo a concepire l'umanità come un grande organismo in cui ogni cellula lavora per il bene comune.

Creare un ambiente sereno... giochiamo all'alchimista!

Un consiglio per tutti adatto anche nell'attuale “fase 2” è quello di praticare attività di semplice erboristeria e profumeria casalinga con oli essenziali e acque aromatiche. L'uso degli oli essenziali e delle acque aromatiche nelle nostre case e negli ambienti condivisi offre un valido supporto sanificante e igienizzante, valido non solo per migliorare l'aria che respiriamo, e quindi la nostra salute, ma anche per nostro umore.
Portare il messaggio di specifici oli essenziali e acque aromatiche intorno a noi trasformerà il microclima condiviso, e oltre a creare momenti di creatività e piccola erboristeria casalinga, migliorerà il nostro stato d'animo, quello dei nostri bimbi e dei nostri animali. Se viviamo in un condominio anche i vicini di pianerottolo godranno dei magici effluvi del vostro piccolo laboratorio alchemico.

Prendete uno spruzzino, riempitelo di acqua per due terzi e aggiungete un terzo di acqua aromatica di lavanda o rosa, poi aggiungete sinergia di oli essenziali a seconda delle vostre esigenze (potete anche creare spruzzini diversificati per ogni stanza).

Quando maneggiamo oli essenziali occorre sempre molta cautela ad occhi e mucose mi raccomando!