"La natura non è un posto da visitare. È casa nostra."


- Gary Snyder -

Madre Natura, colei che ci ospita, ci riporta alle cose importanti della vita. Ci pone domande per riflettere e per scavare dentro di noi, per trovare gli strumenti che ci permettono di vivere in salute e in armonia.

Ci insegna come possiamo migliorare presente e futuro. Shanti e Lucilla vogliono condividere con noi le loro riflessioni.


Cosa alberga nel tuo cuore?

Shanti: Fiducia. Fiducia in ogni cellula che compone il mio corpo, fiducia in quello che la mia anima ogni giorno mi insegna, fiducia in tutto quello che mi circonda, fiducia in te madre natura. Siamo allo stesso momento individuo e universo, mi sento di far parte di un disegno più grande, che con maestria e creatività crea una sinfonia ricca e potente: la vita. Mi fermo e ascolto il mio cuore, si, lui ha tutte le risposte. Improvvisamente avverto nel petto calore e un senso di pienezza assoluta, mi sento finalmente parte di tutto.

Lucilla: A quanto sia stato bello ed importante ed averti scelta come madre da tanto tempo. Aver chiesto sempre a te, averti guardata per imparare, aver posto la fiducia nella semplicità del tuo mondo, aver scoperto passo dopo passo la meraviglia delle tue lezioni. Ora capisco che mi stavi preparando ai tempi. Ora sento tutta la tua sapienza e l’amore destinato a noi. Sono nel tuo grembo da sempre e mi trovo bene. Questa è la mia casa, la casa di tutti noi, arriveremo, arriviamo, ognuno con il suo passo. Ti ringrazio molto per avermi fatta crescere in campagna, per avermi sempre ammaestrata, per aver fatto si che le piante fossero la mia passione, per avermele donate , per avermi dato un carattere coraggioso e il dubbio sempre al mio fianco. Ti ho cercata e non sei mai mancata ad ogni appuntamento dove ho trovato ogni volta anche me. Mi hai parlato attraverso la terra che ho scelto, che ho toccato con le mani, rivoltato, annaffiato, riparato.

Alla terra dei luoghi con i suoi odori diversi, alla terra dove ho sepolto i miei amati, alla terra dove ho visto camminare i miei figli, alla terra che mi rimane sempre fra le unghie anche quando faccio dei video. All'acqua, quella caduta dal cielo, quella pura e poi puzzolente del fiume, all'acqua dei rimedi, della brina, della rugiada e della neve, all'acqua delle lacrime, della linfa e dello stagno pieno di tritoni, all’acqua con la sabbia del deserto che fertilizza i campi. All’aria e ai suoi movimenti, ai venti che tracciano le direzioni del cielo, all’aria carica di polline, di insetti, di messaggi, e alle rotte rinnovate ad ogni stagione dai migratori. Al fuoco dei fulmini che fa nascere le farfalle, al fuoco dei falò degli amici e delle feste, delle stagioni e degli amori, al fuoco della febbre e del dolore, al fuoco dei semi e alle loro promesse di vita, al fuoco della stufa che nutre di ardore. Al vuoto, dove ti ho sentita, dove mi hai allevata, sollevata, al vuoto del silenzio ricco di essere, dove tu mi hai aperta alla fiducia.


Come ti senti in questo 2020 dopo Cristo?


Shanti: Mi sento in ascolto. Mi hai creata dalla terra, (homo – humus); e come terra il mio compito è di essere nutrimento, ma allo stesso tempo di essere nutrita, accogliente, di saper accogliere e mettere in connessione specie e parti diverse. Sento oggi più che mai una consapevolezza forte, che mi rassicura e mi porta ad essere lontana da tutto questo caos superficiale che mi circonda, consapevolezza di quello che sono. Da sempre ho imparato da te a vivere osservano i segni della natura, segni di un linguaggio universale, cercando di perseguire la mia leggenda personale, non sempre però è stato semplice coglierli, oggi però più che mai sento la tua voce. Sento il bisogno di un cambiamento, che non parte dal cambiare le azioni di ogni giorno, ma parte dal profondo, una nuova rinascita di una consapevolezza pura che ci possa poi guidare nei gesti di ogni giorno. Allora non sarà più che non ho tempo e che devo fare tante cose, ma ogni cosa che farò sarà perchè voglio farla, perchè è ciò che fa parte della mia leggenda. Finalmente la mia anima si sente connessa con l'Anima del Mondo.

Lucilla:
Mi sento fiduciosa. Mi hai abituata cosi tanto a non temere i sintomi, ma ad accoglierli, non giudicarli, mi hai abituata ad osservare per imparare, a saper aspettare il giusto tempo per comprendere, mi hai insegnato poi ad essere conseguente. Pensa come un genio, lavora come un gigante e vivi come un mite. Sento che ci sei e noi siamo in te e che non ci sono piu divisioni. Sento che quello che custodivo nel cuore da bambina ora è nel cuore di tanti e presto anche nei gesti delle mani. Sento che ci hai mandato gli Alberi che sono al nostro fianco, cosi che possiamo comprendere piu in fretta e costruire e scegliere ogni giorno il nuovo mondo.

Sono felice perchè finalmente possiamo abbracciarli, e vivere assieme a loro e tutti comprendono. Vedo tutte le piante come sorelle, pronte a sostenerci, nutrici in modo nuovo, ad accompagnarci verso casa, a guarirci come loro sanno fare, perchè loro ci guariscono e tu le fai nascere sul nostro cammino e siamo in tanti ad amarle, riconoscerle, viverci insieme. Sento i loro profumi che innalzano le frequenze della nostra energia vitale, sento che è naturale affidarsi a loro; esseri pieni di immacolate intelligenze e sorprendenti laboratori biologici. Sento tutti gli animali selvatici che parlano con noi, che ci ammaestrano, che si avvicinano e ognuno con il suo richiamo ci insegnano a scoprire i nostri umori, i nostri talenti, i nostri sguardi. Sento l’intelligenza, il sapere, che posto vicino al nostro... mi porta a spegnere definitivamente la tv.



A cosa aneli?

Shanti: A vedere questa situazione come un'opportunità di fare davvero quello che ci piace, di affidarci al cuore e ascoltarlo. Di vivere tutte le emozioni appieno, e quindi di imparare a vivere anche il dolore, la fatica, il panico, la paura, ma di viverle per quello che sono davvero, e di farle fluire, accettarle. Allo stesso tempo vivere le gioie, la serenità, l'allegria, la felicità senza preoccuparci che forse non è il momento per farlo. Anelo alla libertà, libertà nel rispetto degli altri e della natura. La vera libertà è essere se stessi.

Lucilla:
Chiederei di continuare a richiamarci a te, a lanciare i tuoi messaggi, a chiamarci come si fa quando è ora di cena,”E’ pronto, venite!” .
Venite, tutto è gia pronto, sotto i nostri piedi, attorno a noi, sopra di noi, dentro di noi. Lo stiamo scegliendo, siamo sempre di più e c’è un grande tifo che parteggia per questa nuova squadra umana! Ora abbiamo bisogno di guarire dai nostri stessi mali, allontanare le nebbie davanti agli occhi, aprire le orecchie, annusare l’aria, camminare dove si sente il tuo pulsare e avanti tutta... .

Vuoi ringraziare?

Shanti: Ringrazio i miei genitori per avermi insegnato a osservare dalla Natura, per esserci sempre ma allo stesso tempo avermi lasciata libera. I miei nonni, che rappresentano le radici e le stelle nel cielo che mi accompagnano nel mio cammino. Ringrazio tutti quelli che come me hanno il coraggio di proseguire la propria leggenda. Infine ringrazio l'intero universo, per essere perfettamente... VITA.

Lucilla:
Voglio ringraziare la missione che ho iniziato con il mio amore e presto sposo Hubert, con i miei figli, fratelli, parenti e colleghi. Questo esperimento chiamato REMEDIA. Voglio ringraziare dicendo che vogliamo procedere, essere al servizio di questo processo di risveglio, vogliamo portare i molteplici benefici delle piante che sanno colmare solitudini, paure e scollature. Stiamo lavorando duramente, ci stiamo amalgamando sempre più e stiamo testimoniando che è possibile, che esiste una casa, una dimora... il luogo dove crescere e respirare la vita e questa sei tu, NATURA.