La parola ruga oramai ha un’accezione talmente negativa che mi piacerebbe poterla sostituire con un’altra. Curiosando qua e là sull’etimologia di questa parola ho scoperto che:

  • “ruga” è il nome popolare del bruco della farfalla, un grande archetipo di trasformazione, metamorfosi, del cambiamento per eccellenza;
  • “ruga” è tutt’ora, a Venezia per esempio, una stradella fiancheggiata da case e botteghe, una strada… un “non-luogo” di passaggio, una dimensione che porta da un posto a un altro;
  • “ruga” in giapponese si esprime con un ideogramma che rappresenta il taglio del grano, e ciò mi fa pensare a quanto questo gesto, nelle culture contadine, rappresenti un grande momento di passaggio, un altro ciclo che si compie, un raccolto ottenuto dalle fatiche dell’anno passato... e il terreno ora è di nuovo “nudo”, pronto per vivere ancora.

Shakespeare scrisse: “Quando quaranta inverni assedieranno la tua fronte e nel campo della tua bellezza scaveranno trincee profonde” - parla di trincee è vero, ma non facciamo alcuna guerra contro questi segni vi prego, anzi…
Se avete già letto l’approfondimento sulla “psicosomatica del volto” avrete di sicuro assunto un po’ di consapevolezza in più riguardo ai segni sul viso, ma ora cerchiamo di conoscere meglio queste “tracce di vita” che sono sul nostro volto e scopriamo come prendercene cura.

Perché io sì e lei no?

Il tempo passa per tutti, si sa, ma se le rughe fossero un segno dovuto esclusivamente a questo fattore probabilmente avremmo un’app che ci avvisa: “attenzione domani ti comparirà la ruga sulla fronte!”.  

Ci sono tanti fattori che incidono sulla comparsa o meno di questi segni:

  • predisposizione costituzionale: non siamo tutti uguali, questo è evidente. Ci sono persone la cui costituzione è più asciutta e la pelle facilmente disidratata e sottile. In naturopatia si parla di persona ectoblasta, fosforica, atrabiliare: generalmente molto magra, con connettivo sottocutaneo scarsamente rappresentato e un’attività polmonare molto poco efficiente. Questo soggetto è sicuramente predisposto alla formazione precoce di rughe.
    Si potrebbe anche parlare di predisposizione genetica, ma questa si “attiva” solo se creiamo le condizioni necessarie, mentre invece la predisposizione costituzionale si manifesterà a prescindere. Conoscere la propria costituzione permette di prendersi cura di sé in maniera consapevole e mirata.
  • Stile di vita inadeguato: alimentazione scorretta, pasti fuori orario, fumo, eccessi come troppo sport, troppe ore al pc, troppo alcool, troppi caffè, troppi zuccheri, troppa vita notturna, sono tutte condizioni che favoriscono l’insorgere delle rughe. Si sa, il troppo stroppia!
  • Situazioni croniche e “incisive”: come abbiamo già visto anche situazioni emotive molto forti e vissute per tempi lunghi (rabbia, rancore, paura, ansia, stress) possono portare alla formazione di rughe.
  • Fumo: la nicotina immessa nel sangue del fumatore causa una contrazione dei vasi sanguigni della pelle che quindi non viene nutrita a sufficienza dal sangue. Tale mancanza agirà sulla pelle di tutto il viso, ma le rughe saranno più manifeste nei muscoli attorno le labbra.
  • Esposizione all’inquinamento elettromagnetico: la famosa luce blu emessa dagli schermi di computer e cellulari può avere effetti negativi sull'epidermide e alterare le fibre di collagene.
    Le onde elettromagnetiche aumentano la temperatura dei tessuti favorendo il surriscaldamento di quelli ricchi di acqua, come il derma, portando quindi al deterioramento delle fibre di collagene con conseguente insorgenza di rughe e doppio mento.
  • Disidratazione: sempre più frequentemente la nostra pelle non riesce a trattenere il patrimonio idrico sottostante. Spesso è un disequilibrio interno, ma anche le caratteristiche dell'ambiente in cui viviamo incidono su questo problema: aria condizionata, vento, salsedine, acque clorate o calcaree “svuotano” la pelle dalla sua acqua e la rendono arida. Anche alcune patologie e terapia farmacologiche predispongono a questa problematica: diabete, terapia antipertensiva con diuretici, cortisonici, etc.
  • Esposizione scorretta al sole: si chiama fotoaging e si riferisce proprio all’invecchiamento cutaneo causato dal danno cronico derivante dall’esposizione della pelle ai raggi solari, che può causare sia alterazioni a livello di DNA cellulare, per azione dei radicali liberi, sia il danneggiamento del collagene, con conseguente comparsa di rughe più profonde e lassità cutanea.
    Dall’interno si può agire con un’alimentazione sana ed equilibrata e bevendo molta acqua; dall’esterno è importante utilizzare una cosmesi che nutre e protegge la nostra pelle.
  • Cosmesi non adatta: petrolati, siliconi, conservanti, filmanti ed emulsionanti chimici, ancora molto presenti anche in cosmetici di alto costo, possono nel tempo denutrire la nostra pelle e renderla molto più soggetta alla comparsa di rughe.

Una cosmesi naturale che nutre corpo mente e spirito, passato presente e futuro

L’efficacia di un cosmetico non dipende solo dai principi attivi ma anche dalla purezza e dall’energia, indispensabili affinché le virtù della pianta possano raggiungere l’organismo in maniera più efficace. Per questo ci impegniamo quotidianamente, dalla raccolta alla commercializzazione, per realizzare prodotti vitali e pieni di energia. Purtroppo le sostanze di sintesi, i reagenti chimici e gli altri additivi non permettono di trasmettere la vitalità originale della pianta. Per questo a Remedia:

  • utilizziamo solo sostanze vegetali e naturali provenienti da agricoltura bioenergetica, un’agricoltura nata in loco dall’intento di integrare i principi fondamentali dell’agricoltura biologica con l’utilizzo delle energie sottili. Risultato? Un suolo salubre e fertile, pieno di energia positiva;
  • raccogliamo le nostre piante a mano negli orari del calendario caldeo secondo l’antica tradizione dell’erboristeria alchemica, per suggellare tutte le qualità della pianta nel loro momento di massima espressione;
  • lavoriamo immediatamente ciò che raccogliamo, senza l’utilizzo di macchinari, portando dai campi a casa vostra l’integrità delle nostre piante racchiusa in un vasetto;
  • confezioniamo, etichettiamo e spediamo a mano tutto ciò che produciamo utilizzando confezioni, pacchi e imballaggi ecologici. Sui nostri prodotti non trovate i codici a barre perché avrebbero un impatto negativo sulle vibrazioni dei rimedi.

La cura e l'attenzione che riserviamo ai prodotti sono garanzia di un preparato che apporta benessere alla persona, non solo alla sua pelle. L'obiettivo della nostra cosmesi è quello di:

  • nutrire la nostra pelle attraverso gli oli vegetali, i burri, le cere e gli oleoliti;
  • idratare il derma con i gel e le acque aromatiche;
  • attivare la vitalità epidermica grazie agli oli essenziali e agli estratti delle piante;
  • trasmettere alla pelle il messaggio sottile dei fiori, per sostenere il derma in quelle manifestazioni che sono specchio della nostra emotività;
  • stimolare i naturali processi di rigenerazione cellulare con i gemmoderivati.

Tutto questo in una perfetta sinergia di collaborazione che rende ogni cosmetico un prodotto unico nel suo genere e perfetto per coccolare le nostre rughe sotto tutti gli aspetti, da quelli più materici a quelli più sottili.

La routine che riattiva e rigenera

1. DETERGERE E IDRATARE
Se abbiamo fatto una cena leggera e a un orario idoneo, il nostro corpo di notte avrà avuto tempo ed energie per dedicarsi a tutte le funzioni rigenerative e riparatrici. Così, al mattino, avremo un bel po’ di tossine da spazzare via definitivamente.
Per questo l’ideale è partire con una bella tazza calda di decotto alla malva che ripulisce e idrata i nostri visceri con la delicatezza e l’amore di una mamma.
Non beviamo tutto il decotto, ma prendiamone un po’ e utilizziamolo per inumidirci il viso, che andremo a massaggiare insieme al gel viso alla Lavanda, dall’azione detergente e riarmonizzante.

2. RIEQUILIBRARE
Ahimè, nella maggior parte dei casi (e delle case), l’acqua del rubinetto è dannosa per la nostra pelle, perciò è importantissimo usare il tonico per ristabilire un naturale pH. Applica il Tonico su un dischetto struccante e passalo sul viso con delicati movimenti circolari. L'acqua aromatica di Rosa è da secoli il preparato di bellezza per eccellenza. Idratante ed emolliente, in essa sono rappresentati tutti i principi di Venere: bellezza, armonia e cura del corpo.

3. TRATTARE

  • KOSMICA STRUTTURA: questo fantastico siero lavora sull'epigenetica delle cellule della pelle: rimpolpare, ridare tono, ridare una nuova possibilità alla pelle. La parola chiave è risveglio. Con Struttura ricordiamo alle singole cellule di compiere la loro vita!
  • KOSMICA PROTEGGE: se lavoriamo molte ore davanti al pc o esposta al sole. Questo siero:
    • sostiene la pelle nel mantenere il suo equilibrio, contrastando lo stress ossidativo;
    • scherma dalle fonti di inquinamento;
    • sostiene la pelle dopo l’esposizione ai raggi ultravioletti, favorendo una corretta pigmentazione.
  • KOSMIKA RIGENERA: se desideriamo una “spintina” anche per la notte. Proprio quando il nostro corpo si dedica alla rigenerazione questo siero bi-fase insegna la dinamicità rigenerativa.
    Come agisce?
    • Mantiene attive le cellule staminali;
    • sostiene la vitalità della pelle, nutrendola in profondità;
    • promuove la rigenerazione cutanea e il risveglio epidermico.

        Come si usa? Troviamo un fantastico video illustrativo qui.

Questi sieri sono talmente preziosi e ricchi che possiamo fermarci qui con la routine. D’estate poi, quando il caldo e la sudorazione mettono a dura prova la cosmesi, questo tipo di routine rispetta tutte le esigenze.
Ma se sentite la necessità di maggiore una maggiore idratazione, niente paura, continuate a leggere.

4. NUTRIRE

  • CREMA VISO MALVA
    Ottima crema nutriente per pelli segnate dal tempo. Nutre in profondità la pelle e stimola la sua rigenerazione grazie all'azione anti-età di preziosi estratti di piante biologiche. Questa crema è floripotenziata con il fiore di Bach Olive. "Ad ogni sorso qualcosa tornava a prendere turgore, presenza, pienezza", diceva E. Bach.
  • OLIO HAPPY-AGE, se sei amante dell’olio. Il prezioso contenuto dei semi di Rosa selvatica tonifica e rassoda la pelle rendendola liscia e luminosa. L'Iperico stimola la microcircolazione, il Fiordaliso calma e decongestiona. Gli oli di jojoba e albicocca nutrono in profondità la pelle, e gli oli essenziali di Carota e Finocchio sono riconosciuti come antiossidanti e curano la bellezza della pelle.

5. IL TOCCO IN PIÙ

MASCHERA IRIS
Avete mai osservato lo stelo di un Iris? Teso, dritto, direzionato, volenteroso: tutti aggettivi che questa pianta sussurra anche alla nostra pelle. Questa maschera rimuove le impurità, richiama linfa dal profondo. Distesi sulla maschera si placano le tensioni, si promuovono le riparazioni, si tonificano i tessuti

Il sogno è che ogni donna smetta di farsi la lotta ma impari ad amarsi; non ci sono difetti in noi, solo segni della nostra storia che possiamo accogliere, onorare e fare i nostri più grandi alleati, il nostro vanto.
Ciò non vuol dire nemmeno trascurarsi, ma prendere coscienza di sé e ritrovare il vero significato dell’antichissimo rituale della cosmesi: dare valore a quelle caratteristiche che ci rendono uniche e non, come purtroppo succede oggi, cancellarle per renderci tutte uguali.

"Di memorie d’amore
gli anni hanno adornato il mio viso
segnandomi i capelli di lievi filigrane grigie:
e son diventata così bella".
Leah Goldberg

 

di Giulia Sama