Prendiamo esempio dalle foreste di Faggi, comunità evolute del regno vegetale, dove gli Alberi anziani, secolari, a volte squarciati dal tempo e dai fulmini, hanno un ruolo importante: nutrono e sono nutriti, trasmettono esperienza e la ricevono dai giovani, vivendo tutte le stagioni. Se fossimo un po' Alberi ci convinceremmo che possiamo vivere da vecchi in pienezza, perchè è questa la nostra condizione naturale.

Vogliamo accompagnarvi alla riscossa del vostro corpo, all'attivazione della vostra esistenza, alla possibilità di quanto benessere si possa ottenere con poche semplici pratiche alla portata di tutti, di quanto il nostro cammino trovi sempre nelle piante degli alleati insostituibili. In questo anno appena iniziato, vi dedichiamo ben quattro appuntamenti dove troverete i nostri suggerimenti naturopatici ed erboristici per dare forza alla vitalità che custodite ancora e non lasciarvi al senso di debolezza, inutilità e precarietà della vostra amabile età.

Antichi saggi di tutto il mondo, fatevi svegli ed arzilli, contate su questo corpo, amate e lasciatevi amare ma soprattutto... "che nessuno perda mai la speranza di stare bene". - Edward Bach.

Routine inverno-primavera (1 marzo - 21 marzo)

RISVEGLIO

Dai il buongiorno. Ancora prima di scricchiolare le ossa, dai il buongiorno a te stesso, ad una persona, ad un animale o a una pianta, al tuo  angelo custode, alle tue sventure. Non importa a chi, ma dai il buongiorno con la voce. 

PRIMA DI COLAZIONE

Bevi mezzo bicchiere di acqua tiepida con succo di limone. Puoi iniziare anche con una goccia ed arrivare a spremerne uno interno. In questi 21 giorni quando berrai acqua sarà sempre tiepida o calda, perchè verrà assimilata meglio dal tuo corpo: non dovrai mettere energia nello stomaco per scaldarla e avrà un migliore effetto idratante e disintossicante. Niente bollicine! Il limone ti aiuta a raccogliere le forze, a purificare fegato e a indirizzare il corpo alla salute, rallentando la sua acidificazione. 

La gemma che ti accompagnerà è una composizione di ben sette piante fra cui: Sequoia, albero gigante e secolare, capace di restituire vitalità e tono; Melo, un antiossidante potente, Larice che si prende cura della tua microcircolazione e Olivo, ricco di polifenoli che proteggono cuore ed arterie; Insieme ad Ontano, Corbezzolo e Betulla, MATUSALEM, il preparato, ti sosterrà in tutte le tue funzioni vitali, cognitive e immunitarie. Ne prenderai una goccia per ogni Kg del tuo peso corporeo, questo è il totale delle gocce da prendere al giorno; per esempio 60kg, 60 gocce. Tutte Insieme? No, divise in due assunzioni. Come? 30 gocce, la metà del tuo peso, in meno di bezzo bicchiere di acqua tiepida, prima di pranzo e prima di cena. Quanto prima? Dieci minuti almeno.

POMERIGGIO

Prenditi 5 minuti per respirare a pieni polmoni. Spegni tv e radio se sei in casa e guarda qualcosa di bello se sei davanti alla finestra, magari un pezzetto di cielo. Nel giardino, sul terrazzo, nel parco, nel bosco... respira profondamente: con il naso inspira fino a riempire i tuoi polmoni, tanto, poi butta fuori con la bocca. Allarga le braccia, con calma e amore.  Quando butti fuori l'aria puoi anche dire una "AH" sottovoce o forte. 

Finita la pratica di almeno 5 minuti, siediti, mettiti comodo, metti due o tre gocce di oli essenziali BUON RESPIRO su un fazzolettino di carta e continua a respirare in modo naturale annusando il profumo balsamico che arriverà a purificare e proteggere il tuo apparato respiratorio aperto e attivato dall'esercizio. 

SERA 

Concediti un piccolo massaggio alle mani. Quando arriva il buio, dopo cena, regala una coccola alle tue mani partendo dalle dita per dita, nel palmo sopra e sotto, utilizzando l'amore e la gratitudine per questa parte del corpo che tanto ci permette di esplorare, amare e costruire anche se tremano un po'. Lo sapevi che sulle dita corrono meridiani del corpo collegati a importanti organi interni? Pollice: polmoni, indice: intestino crasso, medio: cuore, anulare:  la parte centrale, dalla testa all'ombelico, mignolo: esternamente intestino tenue, internamente cuore. Osserva le tue mani, la pelle, le vene, le unghie, attraverso di loro stai curando e coccolando tutto te stesso. Finito, è ora di dormire!

Ti lascio alla ginestra del dottor Bach, si chiama GORSE, e la prepariamo in gocce. Ancora? Sì, ma questa volta le metti in bocca, direttamente e solo 4 gocce. Bach è stato un grande medico a Londra, e con questo preparato voleva che nessuno perdesse la Speranza di stare bene. Vorrei ti addormentassi con questa ninna nanna: "non perdo la speranza, e dopo questo inverno buio mi preparo ad una nuova primavera!".

Ora puoi addormentarti con il grazie da sussurrare. Ringraziare ci fa bene al mondo. Ogni sera faremo a gara con noi stessi per ricordarci quanti motivi la vita ci dà per farlo!

Buona primavera... rincontriamoci questo autunno al prossimo appuntamento!

di Lucilla Satanassi